0

Voglia di neve

Chiudi gli occhi
ed immagina una gioia
molto probabilmente
penseresti a una partenza
ah si vivesse solo di inizi
di eccitazioni da prima volta
quando tutto ti sorprende
e nulla ti appartiene ancora
penseresti all’odore di un libro nuovo
a quello di vernice fresca
a un regalo da scartare
al giorno prima della festa
al 21 marzo al primo abbraccio
a una matita intera la primavera
alla paura del debutto
al tremore dell’esordio
ma tra la partenza e il traguardo
nel mezzo c’è tutto il resto
e tutto il resto è giorno dopo giorno
e giorno dopo giorno è
silenziosamente costruire
e costruire è sapere
è potere rinunciare alla perfezione
ma il finale è di certo più teatrale
così di ogni storia ricordi solo
la sua conclusione
così come l’ultimo bicchiere l’ultima visione
un tramonto solitario l’inchino e poi il sipario
ma tra l’attesa e il suo compimento
tra il primo tema e il testamento
nel mezzo c’è tutto il resto
e tutto il resto è giorno dopo giorno
e giorno dopo giorno è
silenziosamente costruire
e costruire è sapere
e potere rinunciare alla perfezione
ti stringo le mani
rimani qui
cadrà la neve
a breve
io ti stringo le mani
rimani qui
cadrà la neve
a breve
a breve…

Costruire, Niccolo’ Fabi
2

Bagnasciuga

Poesia
è mestiere tuo nel mondo
sottile limbo di passione
dove acqua e terra si fondono
generando un’unica, umida progenie.

Luna
candida scia su uno specchio d’onde
ti illumina del suo tocco,
candela lucifera sul dionisiaco amplesso
groviglio di pelle su la battigia

All’indomani
guidate da certa inesperienza
piccole mani ti plasmano di gioia
facendoti fortezza e fossato
fragile difesa di un’infantile sicurezza

Incontro
sei te d’anime e d’elementi
turbolenze umane e natural sospiri
passi salmastri si rincorrono
non smetterà mai di baciarti il mare.

0

Panegirico della Pillola


Bastaaaa… un poco di zucchero, e la pillola.. va giu’! LA PILLOLAAAAAA… va giu’!

Trovo che la pillola sia un’invenzione splendida. Sul serio. Non c’e’ niente di meglio al mondo di poter fare l’amore in liberta’, senza alcun vincolo che sia esso fisico o psicologico, mentale, morale. Per questo mi e’ venuta voglia di dedicare una piccola ode a quel delizioso confetto che da piu’ di quarant’anni rende piu’ agile e spensierata la vita di milioni di amanti, di qualsiasi eta’. 
Deh, certo che la citazione di Mary Poppins in apertura avrei anche potuto evitarla. u,u

PS: Un attimo di attenzione prego.
Il signor Joseph Ratzinger e’ desiderato alla cassa. Pare che abbia perso della credibilita’.
Chi ha a cuore la difesa della vita desidererebbe per il mondo intero piu’ preservativi e meno prediche.
Grazie.

2

Correre verso la Vita

Cosa provi quando corri?
E’ bello correre. Libera. Pulisce. Attraverso il sudore puoi eliminare le scorie e ripulirti, alleggerirti di tutto quel che prima avevi e adesso non ti serve piu’. Ma ancor piu’ interessante, aldila’ delle metafore scientifiche, e’ quel che si prova correndo.. una corsa intensa e’ capace di sospenderti in quel particolare limbo dove non esistete altro che te e la strada sulla quale veloci i tuoi passi vanno posandosi, uno dopo l’altro, con lo stesso vigore e frequenza assai poco dissimile. Un personaggio come Kaka’ probabilmente non avrebbe problemi a dire che quando corre si ricongiunge con Dio, ed io, pur da non credente, condivido affermazioni come questa, perche’ correre e’ piu’ che smaltire un pasto o mantenersi in forma.. correre e’ liberta’, e’ genio e follia, e’ scappare da tutto quel che ti circonda e ti opprime per dirigersi chissa’ dove, senza meta, senza direzione e obiettivo certo. Correre e basta, per il solo gusto di farlo, per il solo sentirsi liberi.
Vi par forse poco?