Veleno

Come gli adesivi che si staccano
Lascio che le cose ora succedano
Quante circostanze si riattivano
Fuori dai circuiti della volontà
Come il vento gioca con la plastica
Vedo trasportata la mia dignità
Oggi tradisco la stabilità
Senza attenuanti e nessuna pietà
Oggi il mio passato mi ricorda che
Io non so sfuggirti senza fingere

E che non posso sentirmi libero
Dalla tua corda, dal tuo patibolo
E un’altra volta mi avvicinerò
Alla tua bocca mi avvicinerò
E un’altra volta mi avvelenerò

Del tuo veleno mi avvelenerò

Come gli adesivi che si staccano
Come le cerniere che si incastrano
Come interruttori che non scattano
O caricatori che si inceppano
Io tradisco le ultime mie volontà
Tutte le promesse ora si infrangono
Penso ai tuoi crimini senza pietà
Contro la mia ingenua umanità

Scelgo di dissolvermi dentro di te

Mentre tu saccheggi le mie lacrime

 E sarò cieco, forse libero

Solo nell’alba di un patibolo

Dentro una storia senza più titolo
Scegliendo un ruolo senza credito
Strappando il fiore più carnivoro
Io cerco il fuoco e mi brucerò
E un’altra volta mi avvicinerò
Alla tua bocca mi avvicinerò
E un’altra volta mi avvelenerò
Del tuo veleno mi avvelenerò

Annunci

3 thoughts on “Veleno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...